Contatti

esterina "Indecorose"

esterina

esterina è una donna minore. Vive sola, per quanto ne è capace. Non ama i suoi parenti e li cerca fuori dal suo sangue. Dorme nella casa sul limite del bosco da dove si vede il mare di Viareggio, dove ci sono i signori, dove le donne sono confezioni da accompagnare, dove gli uomini sono arresi. Lei no. Aspetta che il vino maturi, che la legna sia da bruciare, che la compagnia fatta ad un amico sia buona, che il sigaro sia acceso per bene, che la musica giunga e spieghi, riannodi e complichi. esterina è di campagna, è la terra, ma conosce la città perché l’ha attraversata, l’ha letta. Sa che è una truffa. La sua musica è il suono del suo pennato, dell’accetta per sistemar la legna: per attraversare l’inverno. Le sue parole sono l’eco delle storie che ha sentito raccontare, quelle viste scendere dal monte che gli sta alle spalle, il riverbero degli sputi che ha fatto volare. esterina sono in cinque. E suonano.

Fabio Angeli chitarra, voce
Giovanni Bianchini batteria
Michele Vannucchi basso
Lorenzo Del Grande flauti, clarinetto basso, vibrafono, glockenspiel, diamonica, synth, campionamenti
Massimiliano Grasso piano rhodes, fisarmonica, armonium, elettronica, 2ª voce

Contatti
Rassegna stampa
Multimedia
esterina live a Recanati, Musicultura, 12/3/11
Fabio Angeli intervistato a Recanati, 12/3/11
volantino concerto di Montesole, 25/4/11